ATTENZIONE! Questo sito Michelin utilizza Cookies

Questo sito utilizza cookie di profilazione (di siti terzi) anche per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se clicchi su "OK" o se continui la navigazione, acconsenti al loro utilizzo.  Per ulteriori informazioni, per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi la nostra cookie policy. OK

La tua attività
recente
!

Benvenuto nella tua cronologia

Abbiamo salvato informazioni importanti dalla tua ultima visita per facilitarti la ricerca.

Recent Activity won't work if you have not accepted Functional cookies

Save time and keep track of recent searches, tires and dealers viewed.Update cookie setting

???private_mode_title???

???private_mode_text???

Ultimo pneumatico visto

Ultimi rivenditori visualizzati

Ultime ricerche

Attualità

L’impegno per l’ambiente Operazione “Più aria meno carburante”

I 45 anni dello Stabilimento Michelin di Alessandria

Tra le iniziative organizzate dallo Stabilimento Michelin di Alessandria, fondamentale è stata l’analisi condotta in più giorni sui pneumatici degli automobilisti che sono passati dal centro commerciale Panorama, in corso Romita, il 16 e 17 settembre, e nel Self di via Giordano, il 20 e 21 settembre.
L’operazione "Più Aria Meno Carburante", che ha coinvolto i tecnici Michelin e il Rivenditore Euromaster Gomme e Motori, consiste nel controllo gratuito dei pneumatici e del loro stato generale, al fine di sensibilizzare gli automobilisti alla corretta manutenzione dei pneumatici, che permettono di viaggiare più sicuri, risparmiare carburante (si consideri che, per un’automobile, un pieno su cinque è “consumato” dai pneumatici) e rispettare l’ambiente.

A distanza di 6 anni, l’operazione “Più aria meno carburante” condotta dallo Stabilimento di Alessandria evidenzia gli effetti positivi che ha avuto la campagna di sensibilizzazione sulla corretta manutenzione dei pneumatici. In base alle pressioni di gonfiaggio rilevate, oggi il 37% degli automobilisti viaggia con le pressioni corrette. Rimane molto alto il numero degli automobilisti che viaggiano in condizioni pericolose, ma il dato è in netto calo rispetto al 2010.