Italia

PRESS AND NEWS

Michelin Historic Cup: la gara del Campagnolo 2017

Michelin Historic Cup: la gara del Campagnolo 2017

Gara impegnativa e difficile sulle prove speciali nell’area nord-occidentale della provincia di Vicenza. Antonio Nello Parisi conquista il successo nel Primo Raggruppamento della Coppa indetta dalla Casa francese di pneumatici. Marco Bertinotti vince il Secondo Raggruppamento e Tiziano Nerobutto il Terzo Raggruppamento. A Luca delle Coste il primato nella Coppa Abarth. Successi di categoria in gara per Michele Solfa e Massimo Giuliani. Il Campagnolo chiude il girone di andata della Serie Michelin. Prossimo impegno il Rally Lana Storico del 23-24 giugno.

ISOLA VICENTINA – Si fa onore la bella ventina di piloti della Michelin Historic Rally Cup protagonisti nella 13a edizione del Rally Campagnolo, andato in scena nelle valli vicentine venerdì 26 e sabato 27 maggio. Dopo il successo ottenuto al recente Memorial Conrero, Marco Bertinotti, affiancato da Andrea Rondi (Porsche 911 RSR), ha disputato una gara in cui ha unito la sua naturale predisposizione alla velocità con una particolare attenzione, che gli ha consentito il transito vittorioso sul palco arrivi di Isola Vicentina, nonostante un fastidioso problema agli ingranaggi del cambio che potevano fermare per strada la cavalcata dei portacolori della Rally&Co. La decima piazza assoluta, terza di Raggruppamento, oltre al successo nel Secondo Raggruppamento della Michelin Historic Rally Cup, premia la costanza e la determinazione dell’equipaggio biellese.

 

Tiziano Nerobutto, affiancato dalla figlia Francesca, ha fatto al Campagnolo il suo debutto nella Michelin Historic Rally Cup e con la Opel Kadett GT/E ha disputato una gara da par suo, cogliendo il 17° posto assoluto, vincendo sia la classe nel rally sia il Terzo Raggruppamento della Michelin Historic Rally Cup, davanti all’Alfetta GTV di Michele Solfa e Gianleone Signorini, che riescono a conquistare il primato della Classe Fino a 2000 del Gruppo 2 del Terzo Raggruppamento nel rally e la vittoria nella Classe M4 della Michelin Historic Rally Cup. Da segnalare inoltre il successo di Nello Parisi e Giussy D’Angelo nel Primo Raggruppamento della Coppa francese e il successo nella loro classe in gara. La vittoria nella Coppa Abarth va a Luca Delle Coste-Franca Regis Milano, che conquistano inoltre il primato di Classe Fino a 1600 fra le vetture di Gruppo 2 di Terzo Raggruppamento. Infine vittoria di Classe Fino a 1300 di Primo Raggruppamento per la Lancia Fulvia Coupé HF di Massimo Giuliani e Claudia Sora. Dei venti partenti della Michelin Historic Rally Cup al Campagnolo undici hanno concluso la gara. Con il Campagnolo si conclude il girone di andata della Michelin Historic Rally Cup, serie che ha visto finora impegnati 43 piloti.

 

 

 

Primo Raggruppamento. Gara ricca di colpi di scena fin dalla prova del venerdì sera, la Torreselle di 7,48 km, che vede Marco Savioli e Alessandro Failla accusare problemi di motore alla loro BMW 2002 Tii, perdendo 31”5 dai leader Nello Parisi-Giussy D’Angelo, Porsche 911 S. La situazione si ripete nella Gambugliano di primo mattino, con ancora Parisi in evidenza e Failla in difficoltà, che dopo appena due prove già accusa un ritardo di 1’13” dall’equipaggio della scuderia Rododendri. Ma i siciliani non hanno la minima intenzione di arrendersi, anche perché nel frattempo l’assistenza curata da Benedetto di Salvo individua il problema alla candela e rimette i portacolori del Team Bassano in carreggiata. Sulla successiva Xomo (20,61 km con la sua terribile discesa ammazza freni) Savioli riparte all’attacco e recupera 33”1 su Parisi, ripetendosi ancora sulla successiva Recoaro. A metà gara sono 14”7 i secondi che dividono i due leader di classifica, con Savioli che vince il successivo passaggio sulla seconda Gambugliano. Ma per il palermitano è il canto del cigno, in quanto nel successivo trasferimento si brucia la guarnizione della testa della BMW 2002 Tii, costringendo i siciliani ad alzare bandiera bianca, con Nello Parisi e Giuseppe D’Angelo che vincono il Raggruppamento senza problemi. Seconda piazza per la piccola Fulvia Coupé HF 1300 di Massimo Giuliani e Claudia Sora, che fatica unicamente nei due passaggi della discesa dello Xomo con i freni surriscaldati per poi procedere veloce e regolare come un orologio. Ritiro per Gigi Capsoni e Lucia Zambiasi, che resistono per cinque prove speciali alle bizze del motore della loro Alpine, bizze che impediscono all'equipaggio del Team Bassano di entrare in lizza per il successo di giornata. A metà stagione Capsoni continua a guidare la classifica di Raggruppamento, ma grazie ai punti del Campagnolo Giuliani si è avvicinato sensibilmente, mentre sia Savioli sia Parisi hanno ancora ottime possibilità di ribaltare a loro favore il risultato.

 

 

 

Secondo Raggruppamento. Nulla da fare contro Marco Bertinotti e Andrea Rondi, perfettamente assecondati dalla loro Porsche 911 RSR, che staccano il miglior tempo di Raggruppamento in tutte le prove della giornata, pur guidando con la massima circospezione. Sulla carta a contendere il primato ai biellesi della Rally&Co avrebbero dovuto provvedere Giampaolo Basso e Francesco Zannoni, che faticano per problemi all’impianto di iniezione della loro Porsche 911 già nella prova serale di Torreselle, dovendosi poi fermare definitivamente prima di tornare in lizza il sabato mattina. La seconda piazza viene così ereditata dall’altra Porsche 911 RS, quella di Roberto Giovannelli e Isabella Rovere, molto cauti nell’uso del cambio che minaccia di rompersi ad ogni cambiata decisa, lasciandoli con la sola terza marcia nelle fasi finali. Ma orami l’equipaggio piemontese sente profumo di podio e non demorde presentandosi felice e soddisfatto sul palco finale di Isola Vicentina. Dopo il ritiro del Conrero doveva essere la gara del riscatto per i giovanissimi Luca Prina Mello-Margherita Ferraris Potino, che sono incappati in un problema di temperatura acqua nelle prime fasi del rally. Quando sembrava che tutto procedesse al meglio, il propulsore della loro BMW 2002 Tii li ha abbandonati sulla ripetizione della Gambugliano, costringendoli a un mesto ritiro. Con la vittoria del Campagnolo, Marco Bertinotti prende prepotentemente il largo nella Classifica di Secondo Raggruppamento della Michelin Historic Rally Cup, lasciandosi alle spalle l’assente Bruno Graglia, mentre Roberto Giovannelli scala la graduatoria fino alla terza posizione.

 

 

Terzo Raggruppamento. Dominio pressoché incontrastato della famiglia Nerobutto (papà Tiziano al volante, la figlia Francesca a dettare le note), che dopo aver preso le misure nella Torreselle serale impongono alla concorrenza il loro ritmo con la loro Kadett GT/E, vincendo tutte le successive prove speciali, incuranti di una foratura che li fa chiudere sul cerchio il secondo passaggio sulla terribile discesa del passo Xomo. I due veneti terminano così la gara con un vantaggio di 2’37”9 sull’Alfetta GTV di Michele Solfa-Gianleone Signorini, che devono confrontarsi inizialmente con il malfunzionamento dell’interfono e con qualche problema di freni nella discesa di Xomo. Riescono comunque a concludere il rally con 1’07” netti sulla muscolosa BMW 320i dei siciliani Giuseppe Di Nuccio-Giuseppe Di Salvo, che patiscono problemi di alimentazione nella Torreselle, poi risolti nella giornata di sabato. Quarta piazza per un non contento di se stesso Luca Delle Coste, navigato da Franca Regis Milano, che pure ha fatto viaggiare la sua Ritmo 75 con un tale passo da conquistare il successo di Classe e non solo nella Michelin Historic Rally Cup. Quinta piazza per l’ironico livornese Fausto Fantei con Franco Nannetti, Alfasud TI, che accusa la sua barba bianca per il tempo non soddisfacente (per lui) sulla Torreselle serale. Quindi Giovanni Lorenzi-Alessio Pellegrini, Opel Manta, che con il classico spirito toscano commentano: “È la prima volta che veniamo al Campagnolo ed abbiamo avuto solo il tempo per fare appena un giro sulle prove. In gara correggiamo le note, ed il prossimo anno vinciamo noi! Davanti a tutti”.

 

 

Tutti fermi prima del tempo gli altri equipaggi, con Massimo Giudicelli-Nicolas Caberlon che perdono per ben due volte le pastiglie dei freni della loro Golf GTI sulla discesa di Xomo-2. Si fermano entrambe le volte a rimetterle al loro posto, ma così facendo finiscono fuori tempo massimo al C.O. di fine prova. Il leveraggio del cambio della Ritmo 75 blocca Francesco Grassi-Francesco Sammicheli dopo la Gambugliano mattutina, stessa prova in cui finisce fuoristrada la Volkswagen Golf GTI di Massimo Fasana-Massimo Facchinetti. Fatale la prova serale per la 127 CL dei locali Vittorio Marzegan-Moreno Pertegato, che terminano a rilento la prova di Torreselle venerdì sera, si rifugiano in officina per rimediare al danno al motore, ma si fermano nuovamente prima della Gambugliano del giorno dopo. Peggio ancora è andata ai cuneesi Pierangelo Pellegrino-Davide Peruzzi, che hanno cotto il motore della loro 131 Abarth già nella prova di Torreselle di venerdì sera.

 

 

Coppa Abarth – Erano tre i piloti al via del Memorial Conrero partecipanti alla serie indetta dalla Casa dello Scorpione in collaborazione con Michelin e Area Gomme. Gara solitaria con la Ritmo 75 per Luca Delle Coste e Franca Regis Milano, che oltre a conquistare il successo fra le vetture dello Scorpione si impongono anche nella loro classe di appartenenza, ovvero Gruppo 2 Fino a 1600 del Terzo Raggruppamento. Grazie a questo risultato il portacolori della Rally&Co sale al secondo posto nella classifica della Michelin Historic Rally Cup dedicata alle Abarth, preceduto dall’assente Bruno Graglia, superando Cesare Bianco. Sfortunati gli altri due protagonisti della Coppa Abarth-Michelin al Rally Campagnolo. Pierangelo Pellegrino-Davide Peruzzi si sono fermati per rottura del motore della loro 131 Abarth nella prova di Torreselle del venerdì sera, mentre Franco Grassi-Francesco Sammicheli hanno rotto il leveraggio del cambio della loro Ritmo 75 nella Gambugliano, la prima prova del sabato mattina.

 

 

 

 

Michelin Historic Rally Cup 2017: appuntamenti e premi

 

10-11 marzo: Rally Vallate Aretine (Arezzo)

 

5-6 maggio: Memorial Conrero (Ivrea, TO)

 

25-27 maggio: Rally Campagnolo (Isola Vicentina, VI)

 

23-24 giugno: Rally Lana Storico (Biella)

 

28-29 luglio: Rally R.A.A.B (Castiglione de Pepoli, BO)

 

21.22 settembre: Rally Elba (Capoliveri, LI)

 

 

Al termine della stagione saranno redatte le classifiche estrapolando i concorrenti della Michelin Historic Rally Cup 2017 suddivisi in:

 

1° Raggruppamento

 

2° Raggruppamento

 

3° Raggruppamento

 

Classifica delle sei classi in cui è suddivisa la Michelin Historic Rally Cup 2017

 

Classifica delle vetture Abarth suddivisa nei tre Raggruppamenti

 

Classifica A112 Abarth

 

 

 

Per informazioni, classifiche, regolamenti e gallery:

 

https://www.mcups.it/michelin-historic-rally

CONTATTI STAMPA

Josephine Di Chiara

Responsabile Uff. Stampa 02 33953606

josephine.di-chiara@it.michelin.com

Erica Zane

Addetta stampa 02 33953609

erica.zane@it.michelin.com

ARTICOLI IN PRIMO PIANO

  • ART. CORRELATI
  • PIU' POPOLARI
  • PIÙ RECENTI