Pneumatici radiali o diagonali ?

Il mondo della moto e dello scooter è davvero variegato. Per soddisfare le esigenze di tutti, Michelin utilizza due strutture di pneumatico: quella diagonale e quella radiale.

moto picto bias tyre help and advice

Pneumatici diagonali

La carcassa di un pneumatico diagonale presenta strati multipli di fili tessili posizionati in diagonale. Gli strati sono disposti in modo tale da creare un sistema incrociato. La struttura è omogenea, la sommità e i fianchi del pneumatico offrono proprietà meccaniche simili.

moto picto radial tyre help and advice

Pneumatici radiali

Nella struttura radiale le tele si irradiano dal centro della ruota. La sommità è costituita da strati che formano una cintura. I fianchi e la sommità presentano dunque caratteristiche differenziate e specifiche.

Due tipi di pneumatici per performance differenti

Grazie ai suoi fianchi morbidi, la sommità del pneumatico radiale aderisce alla strada al contatto con il suolo. La sua impronta, meno lunga ma più larga rispetto a quella di un pneumatico diagonale, offre maggiore aderenza nelle grandi inclinazioni in curva. La pressione nella superficie di contatto del pneumatico radiale è distribuita meglio, determinando un'usura del battistrada più omogenea nel tempo.

Sempre grazie ai suoi fianchi morbidi, il pneumatico radiale offre maggiore comfort ad alte velocità, ammortizzando le deformazioni del manto stradale. Il pneumatico diagonale, invece, sopporta meglio pesi importanti perché i suoi fianchi sono più rigidi. Ad alta velocità, il profilo del pneumatico diagonale si deforma sino a incidere sulle sue performance. La struttura diagonale, infine, è adatta ai veicoli che viaggiano a velocità moderata, di piccola o media cilindrata e dotati di telai poco rigidi. Si addice anche alle moto pesanti o con un grande carico.
La struttura radiale è invece necessaria per i veicoli più potenti, con telaio molto rigido e adatti a un utilizzo più sportivo. Permette di raggiungere l'indice di velocità ZR, oltre i 240 km/h.

Intervista a Simone Miatton, AD di Michelin Italia, sul percorso che ha portato alla certificazione e cosa significa per SAMI essere Gender Equality

Cosa vi ha spinto ad iniziare il percorso di certificazione Winning Woman Institute? Perché avete sentito questa necessità?

  • Il rispetto delle persone e il rispetto dei fatti sono due valori cardine di Michelin. Nel corso degli anni abbiamo portato avanti con impegno molte azioni per progredire sulla parità di genere e avevamo la convinzione di essere sulla buona strada, ma, vista la sensibilità del tema, volevamo dare fattualità ai risultati raggiunti, facendo riferimento non alle nostre opinioni, ma ai riscontri di un ente terzo a cui affidare l'analisi della nostra situazione secondo una metodologia definita.

Che significato ha per la vostra azienda aver ottenuto la Gender Equality Certification di Winning Women Institute?

  • Questo risultato ci dà grande soddisfazione ed è il coronamento del programma che abbiamo annunciato ai nostri dipendenti nel 2019, "Uniti per fare la differenza", nato per dare un rinnovato impulso alle azioni sulla diversità e l'inclusione. E' anche un bel riconoscimento per tutte le donne e gli uomini di Michelin Italiana, che si sono impegnati a fondo, con grande abnegazione e spirito valoriale, e che ringrazio per questo, permettendoci di arrivare a questo risultato.

Diversity, inclusion, reputation: quali sono i riflessi sulle persone dentro e fuori dall’azienda per il loro benessere e per il futuro del territorio?

  • La nostra strategia "All sustainable" è fondata sull'equilibrio delle 3 componenti People, Planet, Profit, e quindi si basa sull'apporto delle persone, sul farle lavorare in un ambiente che permetta loro di sviluppare al massimo il potenziale che hanno, per rispondere alle esigenze del cliente, rispettando l'ambiente e facendo prosperare l'azienda, così che essa possa contribuire al benessere del territorio in cui opera. Siamo coscienti dell'influenza che possiamo avere grazie al nostro esempio e grazie al comportamento che le nostre persone possono portare all'esterno dell'ambiente di lavoro, agendo in continuità con quello che vivono al suo interno.

Come valutate l’ottenimento della Gender Equality Certification di Winning Women Institute in relazione a quello che le aziende come la vostra saranno chiamate a fare per soddisfare i principi della legge Gribaudo?

  • Come ho detto, questa certificazione ci ha consentito di avere un riscontro fattuale molto positivo rispetto a quanto abbiamo fatto negli anni passati. Naturalmente sono state individuate anche delle aree di miglioramento ed abbiamo avuto la possibilità di confrontarci con esempi di buone pratiche di altre aziende che possiamo far nostre. Il progresso non ha fine e quindi siamo già impegnati a identificare e mettere in opera le azioni che ci permettano di fare ancora meglio non solo per soddisfare i requisiti di una legge ma rendere il nostro ambiente di lavoro sempre più attraente per i dipendenti di oggi e di domani.
Stai utilizzando un browser non supportato
Il browser che stai utilizzando non è supportato da questo sito. Di conseguenza potresti non visualizzare o navigare correttamente questo sito. Aggiorna il tuo browser per una migliore esperienza.