PNEUMATICIPNEUMATICI TUTTI GLI PNEUMATICITUTTI GLI PNEUMATICI RIVENDITORIRIVENDITORI

GUIDA ALL’ACQUISTO

Quando bisogna sostituire i pneumatici?

Michelin 18 mag 2010

When should I change my tyres?

I pneumatici controllati regolarmente durano più a lungo

È buona abitudine controllare ogni settimana i vostri pneumatici per verificare la profondità della scultura del battistrada, la pressione di gonfiaggio, eventuali danneggiamenti ai fianchi e segni di usura irregolare. In caso di dubbio, rivolgetevi a uno specialista che sarà in grado di stabilire se il pneumatico è ancora adatto all'uso.

 

 

Sei motivi per sostituire i pneumatici

Di seguito, trovate descritte sei circostanze in cui è bene prendere in seria considerazione l'idea di sostituire i propri pneumatici. In altri casi, è possibile riparare un pneumatico danneggiato. La riparazione dei pneumatici MICHELIN deve essere preceduta da un attento esame di tutte le parti del pneumatico, interne ed esterne, da parte di uno specialista. A questo scopo, la rimozione del pneumatico dal cerchio è indispensabile per una corretta ispezione dell'interno del pneumatico per accertarsi della sua integrità, altrimenti non verificabile.

1. In caso di foratura

I pneumatici moderni sono molto solidi e capaci di resistere in molteplici situazioni. Tuttavia, una foratura è sempre possibile. In questo caso, un gommista dovrebbe ispezionare il pneumatico alla ricerca di eventuali altri danneggiamenti accidentali nascosti che potrebbero impedirne la riparazione.

Procedure di sicurezza in caso di foratura durante la marcia:

  • Salvaguardate sempre la vostra sicurezza e quella dei passeggeri: accostate fuori dalla strada, in un luogo sicuro.
  • Inserite il freno a mano
  • Spegnete il motore e inserite una marcia bassa
  • Accendete le luci di emergenza
  • Indossate un gilet ad alta visibilità di colore giallo/arancione
  • Posizionate il triangolo di emergenza a lato del ciglio stradale a 100 m di distanza dal retro dell'auto

La vostra sicurezza prima di tutto – sempre! Consigli utili per cambiare una ruota forata

  • Portate sempre con voi un paio di guanti resistenti
  • Tenete un sacco della spazzatura nel bagagliaio dell'auto, la ruota forata potrebbe essere sporca di fango!
  • Se il punto di appoggio sul terreno è cedevole, il cric può affondare, perciò prevedete una tavoletta.
  • Se possibile, lubrificate le viti per facilitare lo smontaggio dei dadi (la vaselina o persino una crema per le mani vanno bene in caso di emergenza).
  • Dopo avere montato la ruota di scorta, non guidate a velocità troppo elevate. La ruota potrebbe non avere una pressione di gonfiaggio corretta.
  • Raggiungete la stazione di servizio più vicina e gonfiate adeguatamente lo pneumatico.
  • Un cattivo serraggio dei dadi rischia di danneggiare i dischi dei freni e il sistema di fissaggio.
  • Per un serraggio corretto dei dadi, è necessario utilizzare una chiave dinamometrica.
  • Se non la possedete o se avete serrato i dadi a mano, fate controllare la ruota da un gommista il prima possibile.
  • Potrete così accertarvi che la ruota sia fissata nel modo opportuno.
  • Un buon serraggio dei dadi è anche garanzia di un facile smontaggio.

2. Quando i pneumatici si usurano fino al limite di legge

È buona norma controllare regolarmente l'usura dei pneumatici. Ma come? Ecco un modo semplice per verificare se i pneumatici sono usurati.

Legal limit

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una marcatura a forma di Omino Michelin sulla spalla del pneumatico indica la posizione degli indicatori di usura del battistrada, piccole “barrette” in rilievo situate sul fondo di questi intagli.

Quando la profondità del battistrada è a livello di queste barrette significa che il battistrada ha raggiunto (o addirittura superato!) il limite legale di 1,6 mm Dunque, non solo si sta infrangendo la legge, ma in particolare il pneumatico non offre più un adeguato livello di sicurezza!

Anche se la profondità residua del battistrada è ancora leggermente al di sopra di 1,6 mm, è sempre bene adeguare la velocità e lo stile di guida alle condizioni ambientali, in particolare sul bagnato.

Sui pneumatici invernali Michelin, è presente anche un’ulteriore marcatura a forma di fiocco di neve: è l’indicatore di usura "invernale" di 4 mm (riguarda solamente alcuni Paesi Europei, ma non l’Italia)

L'indicatore di usura intermedio indica una profondità di scultura residua di 4 mm. Grazie alle lamelle profonde fino a fondo scultura, concepite in tre dimensioni "3D MICHELIN", il pneumatico conserva la sua efficacia a livello di prestazioni invernali, anche al di sotto di questo indicatore di usura intermedio.

N.B.: Si ricorda che in Italia, il limite legale della profondità residua del battistrada di tutti i pneumatici vettura e trasporto leggero è di 1,6 mm.

 

3. Se il pneumatico mostra segni di invecchiamento

Non è possibile prevedere con esattezza la durata di un pneumatico. La data di produzione non riveste alcuna importanza. I pneumatici invecchiano anche se non vengono mai usati o se vengono utilizzati solo occasionalmente.  Numerosi fattori influiscono sulla durata di un pneumatico, ad esempio la temperatura, lo stato di manutenzione, le condizioni di conservazione e utilizzo, il carico, la velocità, la pressione e lo stile di guida. Questi elementi esercitano una notevole influenza sulla durata di utilizzo che potete aspettarvi.

Controllate regolarmente i vostri pneumatici

Michelin raccomanda a tutti gli automobilisti di controllare regolarmente l'aspetto esterno dei pneumatici per individuare segni evidenti di invecchiamento o affaticamento, come la presenza di fenditure nella gomma del battistrada, sulla spalla e sul fianco, eventuali deformazioni ecc. Un invecchiamento eccessivo del pneumatico può determinare una perdita di aderenza. Michelin consiglia inoltre di far effettuare regolarmente un'ispezione di tutti i pneumatici (inclusi quelli di scorta) da parte di uno specialista, che sarà in grado di stabilire se sono ancora adatti all'uso.

Data di fabbricazione e durata in servizio

Come noto, all'interno della marcatura DOT è riportata anche la data di fabbricazione del pneumatico. Lo scopo è quello di assicurare ai produttori di pneumatici la tracciabilità del prodotto.

Per quanto riguarda la "durata del pneumatico" (sia in senso generico, ma anche specificatamente alle condizioni di utilizzo), a livello normativo non esistono prescrizioni o limitazioni di impiego direttamente riferite e/o collegabili alla sua data di fabbricazione, vista l'estrema variabilità di tutti i fattori in gioco associabili al concetto di durata.

Tutti i produttori europei di pneumatici prevedono e suggeriscono:

-  Una serie di normali raccomandazioni per quanto concerne l'immagazzinamento;

Il controllo periodico durante l'impiego.

Tale controllo compete all'utente finale che, in caso di dubbio, potrà chiedere il parere di uno specialista.

Damaged tyre

4. Se il pneumatico è danneggiato

Un pneumatico può subire un grave danneggiamento in caso di impatto con un oggetto presente sulla carreggiata, ad esempio un marciapiede, una buca o un oggetto acuminato. Qualsiasi perforazione, lacerazione o deformazione visibile deve essere esaminata attentamente da uno specialista, che potrà stabilire se il pneumatico può essere riparato oppure se deve essere sostituito. Non utilizzate mai pneumatici danneggiati o che hanno lavorato completamente sgonfi senza che questi siano stati esaminati accuratamente da uno specialista: la sicurezza potrebbe essere compromessa. L'ispezione da parte di uno specialista è assolutamente necessaria poiché i danni interni non sono visibili quando il pneumatico è montato sulla ruota.

Nei seguenti casi non è possibile riparare un pneumatico

Forature sui fianchi

Cerchietto (del tallone) visibile o deformato

Separazione della gomma o della tela

Pizzicature nella gomma o nella tela

Danni dovuti a idrocarburi o sostanze corrosive

Abrasioni o venature della calandratura interna causate da un utilizzo in condizioni di pressione insufficiente

5. In caso di usura anomala

Un'usura irregolare e, quindi, anomala del pneumatico (a chiazze, al centro, ai bordi) indica spesso un problema meccanico, legato alla geometria del veicolo od una errata equilibratura delle ruote, oppure un problema nel sistema di sospensione o trasmissione. Potrebbe anche indicare una pressione di gonfiaggio inadeguata. Se notate segni di usura anomala, rivolgetevi ad uno specialista di fiducia.
Per evitare che si formi un'usura irregolare, le ruote devono essere allineate ed equilibrate ogni sei mesi. Questo accorgimento prolunga anche la durata del battistrada e consente una guida più confortevole. Un altro modo per uniformare l'altezza del battistrada è permutare regolarmente la posizione dei pneumatici.

Cause comuni dell’usura anomala:

  • Usura su uno dei bordi: la ruota non è equilibrata o allineata nel modo giusto.
  • Usura su entrambi i bordi: il pneumatico è sottogonfiato.
  • Usura lungo la zona centrale del pneumatico: la pressione di gonfiaggio è eccessiva.

6. Se i pneumatici non sono adatti al vostro veicolo

Per prestazioni sempre ottimali, occorre montare lo stesso tipo di pneumatico su ciascuna delle quattro ruote. Sullo stesso veicolo, pneumatici diversi per marca, struttura, misura e livello di usura possono compromettere la tenuta e la stabilità del veicolo.

Non abbinate mai pneumatici radiali e non radiali

È consigliabile non abbinare pneumatici radiali e non radiali sullo stesso veicolo. Se la compresenza delle due tipologie è inevitabile, devono essere montati pneumatici identici sul medesimo asse. Se un veicolo è equipaggiato con due pneumatici radiali e due non radiali, la coppia di radiali deve essere installata sull'asse posteriore e l'altra coppia sull'asse anteriore.
Ci sono vari modi per individuare quali sono i pneumatici adatti al vostro veicolo. Se non siete sicuri di conoscere l'equipaggiamento adatto, utilizzate il nostro strumento di selezione degli pneumatici. Vi raccomandiamo di effettuare la ricerca a partire dalle caratteristiche del veicolo. È possibile procedere anche in base alla dimensione del pneumatico o in base ad uno specifico prodotto Michelin. Tutti questi elementi concorrono a determinare qual è la tipologia di pneumatico più sicura per la vostra auto e dovranno poi essere valutati con il vostro specialista di fiducia.

7. Cosa prescrive la legge?

Secondo le norme vigenti del Codice della Strada e delle Direttive Europee, le misure e gli indici di carico e velocità dei pneumatici idonei al veicolo sono quelli omologati all'origine dal costruttore del veicolo.

La legge prescrive di sostituire i pneumatici quando il battistrada ha raggiunto lo spessore di 1,6mm. Se sei alla guida di una vettura con pneumatici aventi una scultura residua inferiore a 1,6mm, oltre a infrangere il Codice della Strada, sei in una situazione di potenziale pericolo per te e per gli altri.

 

TROVA GLI PNEUMATICI MICHELIN AUTO PIU' ADATTT

Inserisci i dati della tua auto, o la misura delle tue gomme, e le tue esigenze di guida per avere il consiglio più adatto.

ULTIMO ARTICOLO LETTO

Non ci sono articoli visualizzati di recente

  • auto
  • suv - 4x4
  • furgoni-camper
Loader