Italia

GUIDA ALLA MANUTENZIONE

Dieci consigli per la manutenzione degli pneumatici

Michelin 18 mag 2010

Ten Tyre Care Tips

È facile dimenticare che gli pneumatici costituiscono il solo punto di contatto tra il veicolo e la strada. Preservare la qualità e le prestazioni dei vostri pneumatici è quindi essenziale per garantirvi sicurezza e mobilità. A questo scopo, vi raccomandiamo di seguire i nostri consigli: 

1. L’area di contatto

UN GRANDE LAVORO PER UNA PICCOLA SUPERFICIE

La parte dello pneumatico effettivamente in contatto con il manto stradale non è più grande di una mano. La vostra sicurezza, il comfort e il risparmio di carburante dipendono da quella minuscola superficie. Dovete quindi scegliere il giusto pneumatico ed effettuare una manutenzione regolare per garantirvi le prestazioni migliori. È importante farlo perché gli pneumatici:

  • Sono l'unico collegamento fra il veicolo e la strada
  • Sostengono per intero il carico del veicolo che corrisponde a oltre 50 volte il loro stesso peso
  • Rispondono agli ordini del guidatore, come sterzate, accelerazioni e frenate, trasferendole dalla vettura alla strada
  • Assorbono qualsiasi ostacolo presente sul tracciato percorso

2. Usura e profondità del battistrada

UNA MISURA DI SICUREZZA FACILE E VELOCE

Assicuratevi di controllare regolarmente l'altezza della scultura del battistrada dei vostri pneumatici e sostituiteli quando sono usurati. Potrete così usufruire del livello massimo di trazione e aderenza, evitando sgradevoli sorprese. Sostituite gli pneumatici quando lo spessore del battistrada è sceso a 1,6 mm. Per semplificarvi la vita, gli pneumatici Michelin sono equipaggiati con appositi indicatori di usura del battistrada situati in corrispondenza degli intagli principali ad un'altezza di circa 1,6 mm. La vostra sicurezza e mobilità dipendono dalla presenza di un battistrada con scultura di altezza adeguata perché:
  • I canali del battistrada drenano l'acqua sotto lo pneumatico contribuendo a mantenere il controllo del veicolo.
  • Maggiore è l'altezza residua della scultura del battistrada, maggiore è la quantità di acqua che lo pneumatico riesce a disperdere, riducendo così il rischio di aquaplaning.
  • Una pressione corretta e operazioni regolari di manutenzione del veicolo garantiscono prestazioni eccellenti degli pneumatici il più a lungo possibile.
  • L'aderenza del battistrada sul manto stradale influisce sullo spazio di frenata.

 

3. La pressione degli pneumatici

CONTROLLATE OGNI MESE LA PRESSIONE DEGLI PNEUMATICI

Una pressione corretta degli pneumatici riduce il rischio di perdere il controllo del veicolo. Inoltre, protegge gli pneumatici da un'usura precoce e danni irreversibili alla struttura interna. La pressione può diminuire a causa di piccole forature, in seguito alla naturale dispersione dell'aria tramite i componenti dello pneumatico oppure a causa di un calo della temperatura esterna. Controllate la pressione degli pneumatici, incluso quello di scorta, una volta al mese e prima di un lungo viaggio, preferibilmente a freddo (con gli pneumatici fermi da almeno due ore o che abbiano percorso non più di tre chilometri a bassa velocità). Se sono controllati a caldo, aggiungete 0,3 BAR alla pressione rilevata e comunque non sgonfiate mai un pneumatico a caldo. È importante controllare la pressione una volta al mese perché:

  • Una pressione bassa aumenta il rischio di danneggiare gli pneumatici.
  • Una pressione in eccesso del 20% può ridurre la durata dello pneumatico, in media, di quasi 10.000 km.
  • Mantenere una pressione corretta fa risparmiare carburante.
La pressione raccomandata NON è segnata sullo pneumatico. Il valore riportato sul fianco rappresenta la pressione di gonfiaggio massima raggiungibile. La pressione raccomandata dello pneumatico è quella prescritta dal costruttore del veicolo, può essere reperita:
  • Nel libretto d'uso del veicolo.
  • Sulle etichette incollate nella portiera anteriore dal lato conducente.
  • Nel vano portaoggetti vicino al sedile del conducente.
  • All'interno dello sportello del serbatoio.


Right tyre pressure

4. L’equilibratura

UNA BUONA EQUILIBRATURA AUMENTA LA DURATA DELLO PNEUMATICO

BalancingL'equilibratura contribuisce ad evitare un'usura precoce degli pneumatici ed elimina le vibrazioni. Inoltre, protegge le sospensioni, il sistema di sterzo e i cuscinetti del veicolo. Fate eseguire l'equilibratura delle ruote al momento di sostituire uno pneumatico, con specifici contrappesi di bilanciatura. Una ruota non è bilanciata quando un'area è più pesante o più leggera del resto. Questa condizione causa:

  • Un'usura irregolare e precoce del battistrada.
  • Vibrazioni.
  • Maggiori sollecitazioni sui componenti della parte anteriore.
  • Usura precoce dei componenti della parte anteriore.


5. L’allineamento delle ruote

RUOTE E ASSI CORRETTAMENTE ALLINEATI SONO GARANZIA DI SICUREZZA

È difficile stabilire se le ruote e gli assi del veicolo siano correttamente allineati durante la guida. Ma se la geometria delle sospensioni non è corretta, la tenuta di strada potrebbe essere pregiudicata e con essa la vostra sicurezza. Se gli pneumatici sono venuti a contatto con un oggetto solido, come un marciapiede o una buca, oppure se avete notato un'usura irregolare degli pneumatici, consigliamo vivamente di recarsi presso un rivenditore Michelin per un'ispezione approfondita. Un corretto allineamento è importante al fine di:

  • Garantire una perfetta tenuta di strada.
  • Proteggere gli pneumatici da un'usura irregolare e/o precoce.
  • Risparmiare carburante.

6. Gli pneumatici posteriori

PER UN CONTROLLO OTTIMALE, MONTATE GLI PNEUMATICI NUOVI SULL'ASSE POSTERIORE

Le ruote posteriori non sono collegate al volante ed è pertanto estremamente difficile valutarne l'aderenza in fase di guida. Per un'efficienza ottimale, controllate regolarmente la pressione e lo stato degli pneumatici, soprattutto quando ne cambiate la posizione sul veicolo, poiché in molti casi è previsto un livello di pressione diverso per l'asse anteriore e quello posteriore. Per motivi di sicurezza, montate sempre gli pneumatici nuovi o in migliore stato, al posteriore in modo da garantire:

  • Un controllo migliore durante le frenate di emergenza o in curve strette.
  • Un rischio minore di perdita del controllo, in particolare sul bagnato.
  • Una migliore tenuta di strada, soprattutto in situazioni difficili, sia in presenza di trazione anteriore che posteriore.

7. Le valvole degli pneumatici

LE VALVOLE E I RELATIVI CAPPUCCI PROTEGGONO I PASSEGGERI E IL VEICOLO

Tyre valveIn genere, le valvole e i loro componenti sono realizzati in gomma, pertanto tendono a deteriorarsi con il passare del tempo. Sostituirli quando acquistate pneumatici nuovi comporta una spesa modesta che consente tuttavia di proteggere gli pneumatici, il veicolo e voi stessi. Alle alte velocità, lo stelo deteriorato di una valvola in gomma può piegarsi sotto l'azione della forza centrifuga, lasciando fuoriuscire l'aria. Anche il cappuccio della valvola ha la sua importanza. È il principale strumento di tenuta d'aria e contribuisce ad evitare l'ingresso di polveri o particelle di sporco. È consigliabile controllare che valvole e cappucci siano in buono stato al fine di:

  • Mantenere la tenuta d'aria.
  • Mantenere una pressione corretta degli pneumatici.
  • Garantire una maggiore durata dello pneumatico.


8. Movimentazione e Conservazione

TENETE I VOSTRI PNEUMATICI IN UN LUOGO SICURO

Anche se non vengono utilizzati, gli pneumatici possono essere esposti a danneggiamenti. A meno che non siano montati e gonfiati, non dovrebbero mai essere tenuti impilati in posizione orizzontale per lungo tempo. Evitate di comprimere gli pneumatici sotto altri oggetti.  Per la vostra sicurezza, è estremamente importante evitare di immagazzinare gli pneumatici in prossimità di una fiamma, di corpi incandescenti o qualsiasi materiale che possa provocare scintille o scariche elettriche (ad es. caricabatterie). Si raccomanda l'utilizzo di guanti di protezione per maneggiarli. Gli pneumatici devono essere conservati:

  • In un locale areato, asciutto e temperato, al riparo dalla luce diretta del sole e dalle intemperie.
  • Lontano da sostanze chimiche, solventi o idrocarburi che possono alterare la natura della gomma.
  • Lontano da oggetti che possono perforare la gomma (punte di metallo, legno ecc.).

9. Riparazioni

COSA FARE PER RIPARARE UNO PNEUMATICO? RIVOLGERSI A UNO SPECIALISTA

Tyre Repair

Per riparare uno pneumatico, è indispensabile affidarsi a uno specialista affinché rimuova lo pneumatico dalla ruota e ne ispezioni l'interno. Rivolgersi a uno specialista è molto importante perché i danni interni non sono visibili quando lo pneumatico è montato sulla ruota. Uno specialista qualificato:

  • Garantisce che siano adottate le procedure opportune per assemblare, disassemblare, equilibrare e gonfiare gli pneumatici, inoltre provvede alla sostituzione sistematica delle valvole.
  • Verifica le condizioni interne dello pneumatico, rilevando la presenza di eventuali danni non visibili sulla superficie.
  • Garantisce che lo pneumatico venga rimontato correttamente, ottimizzando tenuta e comfort.
  • Garantisce che gli pneumatici selezionati siano conformi ai requisiti di legge e alle istruzioni del costruttore per struttura, dimensioni, codice di velocità, capacità di carico e appartenenza alla categoria Autovetture o Trasporto Leggero.
  • Garantisce che la pressione di esercizio sia conforme con i valori specificati dal costruttore del veicolo.
  • Tiene conto delle istruzioni di montaggio e delle avvertenze stampate sui fianchi dello pneumatico (direzione di rotazione o senso di montaggio).
  • Tiene conto delle caratteristiche di specifiche tipologie di pneumatici (fianchi ribassati, run-flat, autosigillanti ecc.).
  • Garantisce la vostra sicurezza.

10. Durata di servizio

QUANDO SOSTITUIRE GLI PNEUMATICI USATI

L'utilizzabilità di uno pneumatico nel tempo è talmente variabile che prevedere con esattezza la sua durata di servizio non è possibile. Uno pneumatico è composto da vari tipi di materiali e mescole di gomma che ne influenzano le prestazioni. Inoltre, la sua utilizzabilità dipende da numerosi fattori, tra cui le condizioni meteorologiche, quelle di conservazione e di utilizzo, ai quali gli pneumatici sono sottoposti durante la loro vita. Per questo motivo, consigliamo vivamente agli automobilisti di prestare attenzione all'aspetto esterno dei loro pneumatici, ad eventuali perdite di pressione o altre manifestazioni anomale (vibrazione, rumore, tiraggio) che potrebbero segnalare la necessità di sostituirli.
Gli automobilisti dovrebbero:
  • Far ispezionare gli pneumatici da un professionista almeno una volta all'anno dopo i primi cinque anni di utilizzo.
  • Seguire le raccomandazioni del costruttore del veicolo in merito alla sostituzione degli pneumatici.
  • Sostituire gli pneumatici trascorsi o superati i dieci anni di utilizzo dalla data di fabbricazione, anche se appaiono in buono stato e non hanno raggiunto il limite di usura previsto per legge. 

ULTIMO ARTICOLO LETTO

Non ci sono articoli visualizzati di recente

  • Auto
  • 4x4 / suv
  • Furgoni/Camper
Loader