header

LA GUIDA MICHELIN SULLA PRESSIONE DEI PNEUMATICI DA BICICLETTA

Qual è la pressione delle gomme da bici raccomandata?

È troppo facile, e sbagliato, concludere che esiste una pressione fissa ideale per tutte le gomme, per tutti i tipi di bici, per tutti i ciclisti e per tutte le situazioni. Ad esempio, per un ciclista dal peso importante in sella a una mountain bike potrebbe essere necessaria una pressione delle gomme maggiore di un ciclista più leggero su una bici da strada. Allo stesso modo, la pressione per le gomme di una bici pieghevole può differire molto dalla pressione delle gomme per un’e-bike.

È importante sapere che i pneumatici gonfiati poco generano una maggiore resistenza al rotolamento e, quindi, rendono più faticosa la pedalata, aumentando anche il rischio di foratura, di danneggiamento e di scarsa maneggevolezza.

Anche una pressione delle gomme da bici elettrica troppo elevata può essere problematica. Ci sono però delle eccezioni a queste indicazioni, in particolare per le gomme da MTB. Ad esempio, abbassare la pressione su terreni molto morbidi, come la sabbia e il fango, potrebbe aiutarti a guadagnare efficienza di rotolamento.

Ti sembra complicato? Per iniziare, ti consigliamo di guardare il video: “Come definire la pressione delle gomme”:

HOW TO SET THE RIGHT TIRE PRESSURE?

Per misurare la pressione dei pneumatici da bici è meglio utilizzare una pompa dotata di manometro.

L’idea principale è quella di trovare il giusto equilibrio nel gonfiare le gomme da bici. E per aiutarti con questa procedura, MICHELIN offre un’ampia gamma di pressioni raccomandate per tutti i modelli di pneumatici.

Scopri i pneumatici MICHELIN per bici da strada e da corsa, per esempio. Progettati principalmente per offrire efficienza di rotolamento, questi pneumatici hanno bisogno di una pressione diversa rispetto ad altri pneumatici, come quelli della gamma city bike. Il punto chiave è che i ciclisti dovrebbero assicurarsi che la pressione dei pneumatici rientri nell’intervallo raccomandato prima di uscire per una pedalata.

Il modo migliore per effettuare questa operazione è investire in una pompa per pneumatici da bicicletta dotata di manometro. Quando gonfi i pneumatici, il manometro sulla pompa mostrerà la pressione dell’aria in bar o in PSI (Pounds per Square Inch, libbre per pollice quadrato). MICHELIN presenta un pratico schema sulla pressione delle gomme della bici che ti permette di convertire facilmente PSI in Bar e viceversa. Inoltre, il nostro schema per la pressione delle gomme da bici offre maggiori informazioni sul regolamento della pressione a seconda del peso di chi la guida e del tipo di attività che si desidera svolgere.

Entriamo nel dettaglio della questione della pressione delle gomme da bici per le diverse discipline.

Pressione delle gomme da road bike

Prima di tutto, la pressione delle gomme da road bike richiede di solito che la ruota anteriore e posteriore siano gonfiate allo stesso livello. L’unica eccezione riguarda il caso in cui siano montati due diversi modelli di pneumatico, ciascuno con un diverso livello consigliato. L’altro aspetto da considerare per la pressione delle gomme da road bike è la larghezza della sezione del pneumatico e, soprattutto, il peso del ciclista. Maggiore è il peso del ciclista, maggiore deve essere la pressione delle gomme della bici.

L’utilizzo, il tipo di terreno e il meteo sono altrettanti parametri da considerare per trovare la pressione ideale. Ti consigliamo, se necessario, di consultare lo schema della pressione delle gomme della bicicletta di MICHELIN per convertire questi valori in PSI.

Ecco come funziona:

Prima di tutto, individua la pressione dei pneumatici da bici raccomandata per il modello montato sulla bicicletta.

Poi, trova le indicazioni relative alla pressione sul fianco del pneumatico.*

MICHELIN consiglia di gonfiare il pneumatico fino a quando il tallone non sia ben aderente al cerchio (senza superare la pressione massima del pneumatico) e poi far uscire un po’ d’aria premendo leggermente sulla valvola fino a quando il manometro della bici non mostra che il livello di gonfiaggio è tornato entro i parametri raccomandati (senza però scendere sotto il limite minimo di pressione). Dopo aver effettuato questa operazione, noterai immediatamente che la bicicletta ha la pedalata più facile.

Per delle prestazioni ottimali, la gomma deve aderire correttamente al suolo, con un giusto livello di rigidità sul fianco.

Se la gomma è troppo dura e i fianchi non si muovono quando il ciclista imprime il suo peso, diminuisci la pressione. Così, aumenterai la superficie di contatto con la strada migliorando il comfort e l’aderenza.

Se invece il pneumatico si abbassa troppo sotto il peso del ciclista e la parete del pneumatico si deforma molto, o se ti capita spesso di avere una gomma a terra in caso di pizzicamento della gomma, aumenta la pressione per migliorare la maneggevolezza ed evitare le forature.

Per offrire prestazioni ottimali, il pneumatico deve essere a contatto con il terreno in modo corretto, con la superficie adatta, e i fianchi devono presentare la rigidità giusta. Se il pneumatico fosse troppo duro e i fianchi non si muovessero sotto il peso del ciclista, diminuisci la pressione, in modo da estendere la superficie di contatto e migliorare il comfort e l’aderenza. Se invece il pneumatico si abbassa troppo sotto il peso del ciclista e la parete del pneumatico si deforma molto, o se ti capita spesso di avere una gomma a terra in caso di pizzicamento della gomma, aumenta la pressione per migliorare la maneggevolezza ed evitare le forature.

Pressione delle gomme da mountain bike

La pressione delle gomme MTB raccomandata può essere trovata anche sulla pagina della pressione raccomandata.

Ricorda però che questa guida è un’indicazione approssimativa del livello finale, e potresti dover regolare la pressione per gomme da mountain bike per adattarla al terreno. Per esempio, qualora ci fossero numerose pietre aguzze sul tracciato, potrebbe essere necessario adattare la pressione.

Questo, spesso, vale anche per individuare la pressione delle bici da sterrato, che dovranno altrettanto evitare le forature.

Usa un manometro per pneumatici MTB per aumentare prestazioni e maneggevolezza

Tuttavia, su superfici meno difficili, la pressione dei pneumatici da mountain bike  ottimale sarà probabilmente più alta, creando così una minore resistenza al rotolamento e consentendo al ciclista di mantenere velocità più elevate.

Inoltre, esattamente come per la pressione della camera d’aria delle bici da strada, va considerato il peso di chi si trova in sella alla mountain bike. Più il ciclisti è pesante, più sarà ampia la superficie di pneumatico della bicicletta a contatto con il suolo. Ne consegue che, in questi casi, si deve puntare a una pressione maggiore dei pneumatici per mountain bike così da ottimizzare la maneggevolezza e le prestazioni della bicicletta.

Se desideri conoscere la pressione per gomme da MTB adatte al tuo peso, la nostra pagina dedicata alla pressione considera questo parametro per fornirti un valore raccomandato a seconda del modello di gomma MICHELIN impiegato.

Ricorda che, con le mountain bike, la tua ruota anteriore dovrebbe sempre essere regolata a una pressione delle gomme da bici leggermente più bassa (ma questa raccomandazione non si applica ad altri tipi di bici).

Quale pressione per le gomme da bici per altre discipline?

La tabella della pressione del pneumatico MICHELIN ti offre anche i valori di pressione consigliati per altre discipline, ad esempio il ciclismo di piacere, l’enduro e il city-trekking.

Approfondimento sul TPI

TPI è una sigla che sta per: “Threads Per Inch” (fili per pollice). Più precisamente, indica il numero di fili nella struttura della mescola della gomma per ogni pollice. TPI e PSI potrebbero facilmente essere confusi, ma ricorda: il TPI ha a che fare con la densità delle resistenti corde della carcassa, non c’entra nulla con la pressione delle gomme delle bici. Quando, per esempio, la gomma è progettata per un uso su strada, il pneumatico con carcassa da 120 TPI è più leggero, più morbido e più mobile di un pneumatico con un valore inferiore, perché i fili (e la carcassa) sono più sottili. I ciclisti possono tenere a mente questa preziosa informazione se stanno cercando pneumatici per le gare, da gonfiare a una pressione elevata per ottenere la massima velocità possibile.

Sia i ciclisti che gli ingegneri ciclistici possono apportare lievi modifiche alla pressione delle gomme per bici elettrica in modo da prendere in considerazione il TPI dei pneumatici che stanno utilizzando. Con un pneumatico con un TPI basso, una pressione leggermente più alta della norma può essere appropriata per gli usi su strada, perché in questo caso le forature sono meno frequenti.

Invece, un pneumatico ad alto TPI utilizzato su terreni accidentato potrà essere abbinato a una pressione leggermente più bassa, ma sempre entro i livelli consigliati, per ridurre il rischio di foratura.

Ma queste sono considerazioni che valgono più che altro per i ciclisti che appartengono a dei club o ai professionisti. Il ciclista amatoriale non è tenuto a sapere tutte queste informazioni, sempre che la pressione delle gomme della sua bici sia entro i livelli raccomandati.


*MICHELIN consiglia di non usare i pneumatici con una pressione troppo bassa, per evitare di bucare o danneggiare il cerchio, né consiglia di superare la pressione massima per evitare danni durante il gonfiaggio.

Stai utilizzando un browser non supportato
Il browser che stai utilizzando non è supportato da questo sito. Di conseguenza potresti non visualizzare o navigare correttamente questo sito. Aggiorna il tuo browser per una migliore esperienza.