Che cosa fare in caso di gomma a terra?

Se hai una gomma a terra, le ragioni possono essere diverse. Spesso, la perdita di pressione di gonfiaggio è una conseguenza di una foratura o di un danneggiamento accidentale al fianco, ma la causa può risiedere anche nella valvola, nel cappuccio della valvola o persino nella ruota. Che cosa fare quindi in caso di gomma a terra? Entriamo nel cuore dell’argomento.

Come capire se la gomma a terra è causata da una foratura?

Una gomma a terra potrebbe essere la conseguenza di un danneggiamento accidentale. Una foratura potrebbe essere causata da un chiodo, un taglio da un oggetto affilato su cui il pneumatico è passato, una rottura al fianco potrebbe essere stato provocato da un urto. Tuttavia, potrebbe essere a terra anche a causa di una valvola che perde.

Segni che indicano una gomma sgonfia o a terra:

●    Sterzo lento o pesante
●    Sensazione di attrito quando guidi piano
●    Un costante tiraggio verso un lato della strada
●    Rumorosità maggiore dal parte di una gomma in curva
●    Simbolo di allarme dal sistema di monitoraggio della pressione dei pneumatici
●    Quando si frena per rallentare, l'auto si squilibra
●    Una gomma dall’aspetto deformato al contatto con il suolo 

46129044 m

Motorist Kicking Flat Tyre On Car

In questo caso, ti raccomandiamo di sostituire il tuo pneumatico con quello di scorta (o farlo sostituire) o far controllare la gomma forata da uno specialista. 

È sicuro guidare con una gomma a terra?

No. Ogni foratura, a prescindere dalla misura, deve essere verificata da uno specialista qualificato. Non è sicuro rigonfiare un pneumatico danneggiato e riparato senza un'ispezione attenta anche all'interno perché rischi di far esplodere la gomma, con una conseguente e rapida perdita di aria, proprio mentre ti trovi vicino a essa. Inoltre, guidare con una gomma danneggiata potrebbe mettere in pericolo sia te sia i tuoi passeggeri, nonché chiunque sia presente sulla strada, perché l’auto non può comportarsi in modo non corretto e il pneumatico che ha subito la perdita di pressione potrebbe continuare a danneggiarsi in modo irrimediabile.

Trova il Rivenditore di pneumatici più vicino a te in un attimo

Car
  • Car
  • Motorbike
Car
  • Car
  • Motorbike
Localizzami

Le 5 città principali in Italia

Pneumatico danneggiato sul battistrada o sul fianco 

Le forature passanti al battistrada, lontano dalle spalle, fino ad un massimo di 6 mm, sono spesso riparabili. 
Le forature sul fianco sono, solo in alcuni casi, riparabili, fino ad un massimo di 3 mm.
In tutti gli altri casi le riparazioni sono sconsigliate ed è più opportuno per sicurezza montare un pneumatico nuovo.
La riparazione dei pneumatici Michelin deve essere preceduta da un’ispezione attenta dei componenti del pneumatico, perché un pneumatico, che è stato utilizzato in sotto-gonfiaggio, può aver subìto dei danneggiamenti irreversibili e soltanto un controllo completo anche dell’interno del pneumatico permetterà di diagnosticare se questo può essere rimesso in utilizzo o meno.
Lo smontaggio del pneumatico è perciò indispensabile per giudicare con certezza il suo stato reale e, se possibile, il tipo di riparazione da effettuare.

I pneumatici che presentano le seguenti manifestazioni anomale non sono riparabili e devono essere IMPERATIVAMENTE ritirati dalla circolazione:
- Cerchietto visibile o deformato.
- Surriscaldamento e separazione delle tele interne.
- Deterioramento da idrocarburi o corrosivi.
- Deterioramento o venature della calandratura (gomma interna).
- Abrasione circolare al fianco per contatto della gomma con il suolo.
- Screpolature della gomma causata da invecchiamento del pneumatico.
- Tagli o rotture sul fianco o in sommità

Michelin sconsiglia la riparazione con le “stringhe”, perché sono spesso eseguite dall'esterno senza smontare il pneumatico dalla sua ruota; in questo modo, il controllo preventivo – essenziale – non viene effettuato.

L'azione di riparazione di un pneumatico rientra sotto l’intera ed esclusiva responsabilità di chi la realizza. Parallelamente, la garanzia per la riparazione è prestata dallo specialista che ha effettuato la riparazione.

Ho una gomma a terra ma non è forata né danneggiata

In questo caso, potrebbe essere a causa di una valvola o una ruota che perde oppure potrebbe essere che le gomme richiedano un controllo e ripristino della pressione più regolare. È naturale che i pneumatici si sgonfino leggermente nel tempo. Come parte dei controlli regolari, la pressione di gonfiaggio può essere ripristinata periodicamente, sempre che la pressione non sia troppo bassa a causa di un danneggiamento del pneumatico. 

Raccomandiamo che la pressione di gonfiaggio sia controllata almeno una volta al mese e prima di ogni lungo viaggio. Tali controlli vanno effettuati anche in caso la gomma si sgonfi più velocemente del solito, fenomeno che richiede di essere investigato.

tyre pressure it

Inoltre, se non viene controllata e ripristinata correttamente e la perdita di pressione può essere eccessiva, si presentano diversi rischi:

●    Una gomma sgonfia riduce la durata del battistrada aumentandone l’usura generale, e in particolare quella dei bordi esterni (spalle) della gomma.
●    Una gomma sgonfia può anche causarne un’eccessiva flessione e il surriscaldamento, aumentando l'usura della gomma e al contempo indebolendo la struttura del pneumatico.
●    Una gomma sgonfia può avere conseguenze sulla guidabilità e sulle prestazioni, per esempio in caso di frenate brusche, in particolare sul bagnato.
●    Una gomma sgonfia aumenta la sua resistenza al rotolamento e, quindi, anche il consumo di carburante. Questo significa soste più frequenti nelle stazioni di servizio e aumento dei costi.

Per evitare questi problemi, è importante controllare e ripristinare la pressione dei tuoi pneumatici regolarmente, a prescindere dal tipo di veicolo che guidi.

Quali pneumatici scegliere per mantenere la mobilità in caso di foratura?

I pneumatici MICHELIN con tecnologia Selfseal®  evitano la maggior parte delle perdite di pressione causate dalle perforazioni del battistrada grazie ad un prodotto inserito all'interno che le sigilla immediatamente ed in modo permanente (diametro della perforazione fino a 6 mm). Sarà poi lo specialista a verificare se la riparazione può essere considerata definitiva oppure è necessario procedere ad una nuova riparazione con i metodi tradizionali.

I pneumatici MICHELIN ZP possono essere identificati grazie al logo ZP sul fianco. Presentano un fianco rinforzato per supportare il carico per un tragitto e ad una velocità limitati in caso di diminuzione della pressione di gonfiaggio.

Con un pneumatico MICHELIN ZP puoi continuare a guidare, ma a una velocità massima di 80 km/h percorrendo un tragitto massimo di 80 chilometri, per permetterti di trovare un’autofficina per riparare o sostituire la gomma. Se a essere forate sono più gomme dell’auto, non dovresti continuare a guidare.

NOTA: I pneumatici MICHELIN ZP sono raccomandati solo per le autovetture equipaggiate in origine o in opzione con questa soluzione, che dispongono di un sistema di controllo della pressione che avverta il conducente in caso di perdita di aria in uno dei pneumatici.

Seleziona la dimensione